42 festival culturali italiani decidono di fare rete: nasce Piazza Dante


Il settore dei festival, almeno fino all'esplosione della pandemia Covid-19, godeva di una grande vitalità, con il moltiplicarsi di progetti e sperimentazioni. Tuttavia il settore resta frammentato e molto spesso le manifestazioni tendo a restare autoreferenziali, con i curatori e il pubblico soddisfatti per la qualità dei contenuti. Ma forse non basta: è necessario guardarsi intorno, individuale le esigenze, le criticità e le opportunità condivise. In una parola, fare rete: non solo per difendere il proprio orticello, ma per rilanciare nell'ambito di una progettualità più ampia.

Va in questa direzione Piazza Dante https://www.piazzadante.org/, un progetto di rete dei festival culturali sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche istituito dal MiBACT.

Moltissimi festival dedicheranno quest'anno uno o più appuntamenti all'autore della Divina Commedia. Ciascuno a casa propria, ciascuno nel suo piccolo (o nel suo grande...). Ma queste iniziative potrebbero avere maggior peso e visibilità grazie a un progetto che le raccoglie e le promuove tutte.

Così è nata l'idea di un portale, attivo da qualche giorno, che raccoglie gli eventi danteschi di 42 festival culturali in tutta Italia, per far “convergere le idee e le peculiarità individuali in un progetto comune.” Hanno aderito festival letterari di narrativa e di poesia, scientifici, di saggistica, di giornalismo culturale e di costume, in grandi e piccoli centri di tutta la penisola.

Oltretutto, dopo un anno che ha spinto molte manifestazioni alla digitalizzazione (con edizioni tutte online, oppure ibride), il progetto consentirà di costruire un archivio sempre accessibile a tutti.

A partire dalla fine di gennaio con il Festival della Scienza di Vasto fino a novembre con BookCity di Milano, il progetto Piazza Dante. #Festivalinrete “testimonierà l’amore del nostro Paese per la straordinaria opera di Dante Alighieri, dando vita a un racconto tutto italiano che animerà le piazze e che sarà fruibile anche attraverso il sito web dedicato, una piazza virtuale in cui contenuti multimediali (video, interviste agli autori, scritti inediti) daranno la possibilità a tutti di vivere le iniziative realizzate via via dai Festival.”

Oltre che sul sito, è possibile seguire le attività di Piazza Dante. #Festivalinrete anche sulla pagina FB https://www.facebook.com/PiazzaDante2021.