TF Mondo | Il Covid non ferma il Cheltenham Festival


Il Cheltenham Festival è ormai un rito: un momento di incontro per appassionati, un place to be per tutti gli sportivi inglesi, ma soprattutto l'unico momento di gloria della cittadina che ospita l'evento. E il Covid non ha fermato i giochi. "Per il Jockey Club di 270 anni, annullare il festival sarebbe stato disastroso. L'incontro non è solo il principale evento sportivo anglo-irlandese, con oltre 20.000 visitatori irlandesi e i migliori cavalli di entrambi i paesi in mostra; è anche una delle settimane più redditizie in qualsiasi sport, con una percentuale significativa dei profitti annuali del club di 50 milioni di sterline. Anche i 250.000 visitatori del festival, che spendono circa 100 milioni di sterline in hotel, ristoranti, bar e club locali, sono vitali per la città. "È enorme, il più grande incontro dell'anno. Allora facciamo la maggior parte dei nostri soldi ", dice Alex Thompson (non è il suo vero nome), che l'anno scorso gestiva il Ravenhurst, un B&B a cinque stelle a 15 minuti a piedi dal campo. "Abbiamo ricevuto una prenotazione in blocco da una società di scommesse, che prenota un anno prima. Sì, avevamo preoccupazioni. Avevo deciso di non andare da solo, ma il settore dell'ospitalità avrebbe subito un grande successo se fosse stato cancellato ". La settimana della gara divide le persone in città, aggiunge: "Adoro il brusio, ma agli altri non piace affatto"."

Sul Guardian una approfondita analisi del perché il festival sportivo più importante in Inghilterra sia sia svolto ugualmente sia nel 2020 sia nel 2021 (la prossima edizione è prevista dal 16 al 19 marzo 2021) nonostante il virus. LEGGI LA NEWS